La storia del Santuario

L’origine dell’attuale basilica barocca risale al 1533 quando l’eremita Leonhard Weissensteiner, caduto in una gola profonda, venne salvato dall’apparizione della Vergine Maria. La cappella nacque quindi come un ringraziamento in suo onore.

Scavando per avviare i lavori di costruzione venne alla luce una piccola statuetta della Madonna in pietra bianca, raffigurante la Pietà. Leonhard interpretò questo ritrovamento come un segno dal cielo e, terminata la cappella, la collocò al suo interno perché fosse venerata.

Adorata da numerosi pellegrini in visita da allora la Vergine manifestò la sua misericordia moltiplicando le sue grazie e favorendo la devozione popolare.

Prenota una Visita

L’edificio attuale è stato oggetto di numerose rivisitazioni, poi completamente ricostruito dal 1638 al 1654 per permettere ai numerosi fedeli di assistere alle funzioni religiose. La consacrazione avvenne nel 1673 per mano del Vescovo di Trento Sigismondo Alfonso Thun.
Nel 1718 venne terminato anche l’annesso convento suddiviso in due ali ai lati della cappella centrale e vi si trasferirono i frati Servi di Maria.

L’architettura esterna esprime il gusto barocco di influenza germanica così come la struttura interna, ricca di decorazioni, stucchi e dettagli dorati, quindi decorata in occasione del 200° anniversario del santuario, nel 1753, dall’artista tardo barocco Joseph Adam Mölck.

Sulla destra della chiesa si trova la cappella di San Pellegrino Laziosi, invocato come protettore dei malati di tumore, che precede il corridoio delle confessioni.

Dall’ingresso del piazzale retrostante si accede alla basilica attraversando il corridoio degli ex voto, con oltre 4mila tra tavole, disegni, fotografie, ricami, dipinti di ringraziamento a Maria per la grazia e i miracoli concessi.

l'eremo St. Lehonard

Celebrazioni religiose

Il santuario è aperto tutto l’anno dalle 7.30 alle 19.00.

I frati sono a disposizione per le confessioni sia in italiano che in tedesco, da lunedì a sabato dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00  mentre la domenica dalle 8.45 alle 12.00 e nel pomeriggio dalle 13.45 alle 17.00.

ORARI SS. MESSE SANTUARIO in tedesco:

Giorni festivi dal 01/04 al 31/10: ore 10.00, 14.00 e 16.00
Giorni festivi dal 01/11 al 31/03: ore 10.00, 14.00 e 16.00
Giorni feriali: ore 10.00 tutto l’anno

ORARI SS. MESSE SANTUARIO in italiano:

Giorni festivi dal 01/04 al 31/10: ore 9.00, 11.00, 15.00 e 17.00
Giorni festivi dal 01/11 al 31/03: ore 9.00, 11.00 e 15.00
Giorni feriali: ore 11.00 e 18.30 tutto l’anno

Visita il santuario

Da quest’anno è possibile prenotare la visita guidata del Santuario,
un viaggio tra la storia e l’arte, ogni lunedì e venerdì dalle 16.00 alle 17.00.

Prenota

L’ordine dei servi di Maria

L’ordine dei Servi di Maria, o serviti, risale al XIII secolo per scelta di un gruppo di sette nobili fiorentini ritiratisi a vita comune di penitenza, povertà e preghiera sul Monte Senario.

La Comunità è custode di luoghi, tutti in posizione particolarmente suggestiva, dove la Beata Vergine ha lasciato un ricordo speciale.
Presenti in Austria, a Innsbruck, Volders, Gutenstein, Maria Loggau, Waldrast e Vienna, in Veneto, a Verona, Isola Vicentina e Vicenza, e in Alto Adige, a Pietralba, chiamati per contrastare il protestantesimo della principessa Anna Caterina Gonzaga Arciduchessa del Tirolo.

scopri i pellegrinaggi

Lo stemma dei Servi è costituito da una M (=Maria), una S (=Servi) attorcigliata allo stelo di un fiore con 7 gigli (7 santi fondatori) circondati da una corona.
Simboleggia che Servire Mariae regnare est.