I pellegrinaggi

Il santuario è da sempre meta di pellegrinaggi, a piedi in auto o in pullman, grazie anche ai diversi percorsi dedicati che terminano al cospetto dell’edificio.

 

Negli anni Pietralba ha ospitato una cinquantina di pellegrinaggi l’anno con diverse etnie alternate su varie stagionalità: i ladini ad ottobre, gli italiani a luglio e agosto, i tedeschi negli altri periodi.
Tra i pellegrinaggi storici che si svolgono ancora oggi quello delle parrocchie della Val d’Ega e del Duomo di Bolzano (lunedì di Pentecoste), l’Azione Cattolica di Bolzano (ultima domenica di maggio), i Badioti (ultima domenica di giugno) e i Mòcheni (terza domenica di settembre).
Particolarmente frequentati sono inoltre i giorni dedicati alle feste mariane: i primi giorni di maggio, il 31 maggio in ricordo della visita di Maria a Santa Elisabetta, l’Assunta, la Natività di Maria e la Solennità dell’Addolorata.

la storia del santuario
pietralba visite montagna escursioni viaggio

I percorsi di fede
per raggiungere il Santuario a piedi

Da Laives

dalla parrocchiale di Laives si risale la Vallarsa fino ad incontrare il segnavia nr. 1 per il Santuario, da qui si prosegue accompagnati dai capitelli della Via Crucis. Secondo il rito tradizionale i fedeli affrontano il percorso con una pietra da lasciare poi alla penultima stazione

Durata

4 ore, con ritorno in bus

Dislivello

1290 m

Da Aldino

dalla chiesa dei SS. Giacomo ed Elena si percorre il sentiero nr. 10 lungo il tracciato della Via Crucis.

Durata

2 ore, con ritorno in bus

Dislivello

410 m

Da Nova Ponente

dal bar Arche si prosegue lungo il percorso nr. E5 segnalato da una recente Via Crucis lignea.

Durata

2 ore, con ritorno in bus

Dislivello

200 m

Contattaci per organizzare la tua visita a Pietralba allo +39 0471 615124 oppure inviando una mail a info@weissenstein-pietralba.com